Su Audible l’audiolibro di La casa del manoscritto maledetto

Gli appassionati degli audiolibri possono trovare su Audible “La casa...

La casa del manoscritto maledetto – Il primo capitolo in anteprima

Il Signore vide che la malvagità degli uomini era grande sulla terra e che...

Pandemie e pandemoni. Medioevo, covid, negazionisti e…

Negli ultimi tempi abbiamo visto tante persone accalcarsi sui balconi con le...

Le proposte per gli editori. I manoscritti ancora liberi da diritti

Ai direttori editoriali, agli editori e alle altre persone interessate...

La casa del manoscritto maledetto. Recensione su Letture Sale & Pepe

Il testo della recensione che pubblico molto volentieri: Questa è maestria!...

Scrivere un romanzo storico. Alcune riflessioni sparse – Seconda parte

Anche nel caso del romanzo storico vale il principio: “Scrivi di ciò...

Il canto delle Aganis

  • READ MORE
    Perché un blog?
  • READ MORE
    Il problema del male e la filosofia di Geremia Solaris
  • READ MORE
    Quel tragico filo sottile che unisce vita e scrittura. Storie di madri e di mogli
  • READ MORE
    Arrendiamoci! Dopo la diffusione delle statistiche di lettura in Italia, non ci rimane altro da fare
  • READ MORE
    Pseudobiblia: Firenze e il Necronomicon
  • READ MORE
    Dov'è la Vittoria? Storie di ordinaria idiozia
  • READ MORE
    Ann Cleeves. L'isola dei cadaveri
  • READ MORE
    Patria e matria. Lezioni di superficialità
  • READ MORE
    Europa, un sogno naufragato sulle spiagge di Barcellona
  • READ MORE
    3 febbraio 2018 - Il Monastero dei Delitti Welcome Party a Firenze
  • READ MORE
    Salone del Libro di Torino? Un'altra volta
  • READ MORE
    Teodora. La figlia del Circo, di Mariangela Galatea Vaglio. La recensione

Il cjant des aganis - Testo in Friulano e Italiano - Nardini Editore

IL CJANT DES AGANIS – Romanç
IL CANTO DELLE AGANIS – Romanzo

Testo  in Friulano e in Italiano

Chest al è un libri che al fevele di inte che a torne, di nostalgjie, di disperazion, di amôr, di vitis e di muarts. Ma al è ancje un libri che al conte dal destin, di chei fîi misteriôs e soteranis che a traviersin lis nestris esistencis par ingropâsi tai mûts plui insolits. E pûr i doi protagoniscj a scuvierzaran che fintremai un soreli che al mûr al pues inmò regalâ rais di lûs maraveose. Ancje intun mont trist come il nestri che al à dismenteât il valôr des robis plui semplicis.
Tal fonts al è un Friûl evocât, une tiere antighe e magjiche, cui siei misteris e cu lis tantis presincis platadis, vuardians di une nature vivarose e che di simpri a assistin, o a àn part, aes vicendis misaris, aes soferencis dai comuns mortâi.

Questo è un libro che parla di ritorni, di nostalgia, di disperazione, di amore, di vite e di morti. Ma è anche un libro che parla di destino, di quei fili misteriosi e sotterranei che attraversano le nostre esistenze per allacciarsi nei modi più insoliti. Mentre i due protagonisti scoprono che anche un sole agonizzante può regalare ancora sprazzi di luce meravigliosa. Anche in un mondo cattivo come il nostro che ha dimenticato il valore delle cose più semplici.
Sullo sfondo, c’è un Friuli evocato, una terra antichissima e magica, con i suoi misteri e le tante presenze nascoste, custodi di una natura rigogliosa, che da sempre assistono, o partecipano, alle misere vicende, al dolore dei comuni mortali.

Eliseo al respirà jemplantsi i polmons cul aiar fresc de matine e cu la fragrance salvadie de tiere. Se une rispueste e podeve mai jessi, e jere scuindude
in chel vint che, a dispiet dal passâ dai oms e des lôr angossis, al leve indenant a soflâ simpri compagn e indiferent. Gjenerazion dopo gjenerazion.
Puartantsi daûr i laments secolârs dai spirts de grande culine e il cjant di amôr crudêl des Aganis.

Eliseo respirò a pieni polmoni l’aria del mattino e la fragranza acre della terra. Se una risposta mai c’era, era custodita in quel vento che, nonostante
il succedersi degli uomini e dei loro affanni, continuava a soffiare sempre uguale e indifferente. Generazione dopo generazione. Portandosi dietro
lamenti secolari degli spiriti della grande collina e il crudele canto d’amore delle Aganis.

CLICCA QUI O SULLA FIGURA PER LEGGERE IL TESTO IN ANTEPRIMA


Per informazioni sui manoscritti ancora liberi da diritti
o per acquisizioni, il mio Agente letterario è:

Gianluigi Zecchin
FACTOTUM AGENCY
Via G. Frua, 11 – 20146 Milano
(+39) 02 4856 1549
gianluigi.zecchin@gmail.com
www.factotumagency.it

————————