Martina Delpiccolo sul Messaggero Veneto del 04 aprile 2021 su “Il cjant des Aganis”

IL CJANT DES AGANIS È UN INVITO A RICERCARE LE PROPRIE RADICI È nata...

Su Audible l’audiolibro di La casa del manoscritto maledetto

Gli appassionati degli audiolibri possono trovare su Audible “La casa...

La casa del manoscritto maledetto – Il primo capitolo in anteprima

Il Signore vide che la malvagità degli uomini era grande sulla terra e che...

Pandemie e pandemoni. Medioevo, covid, negazionisti e…

Negli ultimi tempi abbiamo visto tante persone accalcarsi sui balconi con le...

Le proposte per gli editori. I manoscritti ancora liberi da diritti

Ai direttori editoriali, agli editori e alle altre persone interessate...

La casa del manoscritto maledetto. Recensione su Letture Sale & Pepe

Il testo della recensione che pubblico molto volentieri: Questa è maestria!...

La Città del Male. Recensione su Nove.Firenze.it

La Città del Male. Recensione su Nove.Firenze.it Previous item Il Mondo di Sopra (blog) ... Next item La Città del Male sul...

Un thriller mozzafiato scritto da Claudio Aita che si svolge tra la Firenze del Medioevo e i giorni nostri, passando fra la campagna toscana del Settecento

Firenze, dove il genio umano ha trovato la sua culla nel Rinascimento, tempestandola di gioielli assoluti cela un volto oscuro ed è al centro di trame malefiche che fin dall’antichità si contrappongono a chi cerca di far prevalere le forze del bene.

“Una città che attira turisti da ogni parte del mondo, eppure allo stesso tempo così sconosciuta”.

Firenze che nasconde, tra le sue viuzze con caratteristiche abitazioni, antichi palazzi nobiliari e monumenti magnifici, storie e fatti sanguinosi le cui le radici affondano nel 1328 durante la follia dei processi dell’Inquisizione per raggiungere il tempo degli omicidi compiuti dal Mostro di Firenze, attraversata da un cupo manoscritto criptato del ‘700 con atroci uccisioni di giovani donne.

La città del maleNardini Editore, di Claudio Aita, esperto di storia della Chiesa e storia Medioevale, propone un thriller con la città di Firenze al centro della storia.

Il protagonista, Geremia Solaris, è coinvolto dal suo ex professore dei tempi dell’Università in una decifrazione di un manoscritto del ‘700 e da qui nasce una storia di sangue e di violenze dove il passato e il presente si alternano.

In un monastero è scoperto il corpo sventrato di una suora e “… il suo ventre giovanile era stato asportato con tre tagli netti e, nel vuoto così innaturalmente creato, era conficcato un legno…”.

Un prete ex investigatore al tempo del Mostro di Firenze svela ad un esterrefatto Solaris dettagli inquietanti sulla scia degli omicidi che hanno contornato l’uccisione di quelle otto coppiette nelle campagne intorno a Firenze, dopo essere state barbaramente sfregiate con asportazioni del pube e dei seni.

Attraverso una serie di coincidenze Geremia Solaris scopre casualmente un manoscritto, tenuto nascosto da due secoli, dove emergono episodi raccapriccianti riguardanti omicidi di donne con il corpo sottoposto a torture e amputazioni inenarrabili.

Lo scritto del frate accennava, non si capiva perché, a molteplici de efferati fatti di sangue avvenuti in città e nel contado, vicende che oggi farebbero subito pensare all’opera di un serial killer, come il Mostro di Firenze… … qualcosa di spaventoso e disumano che aveva la sua sede, la sua testa a Firenze, la Citta del Male”.

Una trama forte e incalzante che appassiona fin dalle prime pagine. Un thriller storico con riferimenti e fatti accaduti realmente che Claudio Aita introduce nel suo testo da grande conoscitore e studioso di quel tempo.

http://www.nove.firenze.it/inquisizione-e-mostri-nella-citta-del-male.htm

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *